Image
Top
Menu
28 Giugno 2019

Il visual: un macrocosmo

Il visual non è solo estetica, né solo significato, ma è l’insieme di entrambi

Il visual Attraverso il visual è possibile veicolare in maniera efficace un messaggio. La rappresentazione visiva è uno degli strumenti più importanti per diffondere un messaggio e suscitare un’emozione.

Nella pubblicità e nel marketing il visual ricopre un ruolo chiave, quello di riuscire non solo a persuadere l’occhio, ma anche la mente.

Da qui l’importanza della grafica pubblicitaria. La mission è quella di restare ben impressi nella memoria del consumatore, far parlare di se fino a creare un vero e proprio passaparola virale.

Una grafica ben studiata può avere un potenziale enorme, più di mille parole.

Ma il visual designer si occupa solo della realizzazione grafica? No, il suo arduo compito è anche quello di scegliere e sviluppare anche i materiali atti a creare un’esperienza sensoriale.

Il visual può essere definito un macrocosmo all’interno del quale si intersecano moltissime attività tecniche e teoriche, capaci insieme di creare sinestesie e palcoscenici immersivi.

Ma quali sono gli elementi chiave per un visual perfetto?

– La tipografia: lo studio del font. Pensate si possono creare interi progetti utilizzando le dinamiche dei caratteri tipografici e mixandoli fa loro.

– Qual è il campo di gioco all’interno del quale un visual designer può dar sfogo alla sua fantasia? Le griglie!

Fruibilità e leggibilità sono due elementi insostituibili. All’interno di un progetto grafico non puo’ mancare lo spazio bianco per stabilire equilibrio ed armonia. Lo spazio bianco focalizza lo sguardo. Micro whitespace e Macro whitespace. I primi sono i margini di una pagina o il padding in un sito web, I micro, sono elementi come kerning, tracking e interlinea.

– La dimensionalità. La dimensione crea gerarchia nel campo visivo. Un elemento più grande rispetto al resto attira maggiormente l’attenzione.

– La psicologia dei colori, i colori trasmettono significati ed emozioni Tre parole chiave: semplicità, ordine e coerenza. Alla base di tutto c’è la scelta del colore di sfondo. Meno sfumature si utilizzano più impatto avrà l’intero visual.

Il visual puo’ essere definito un macrocosmo proprio perché è un insieme di molteplici attività e tutte hanno un ruolo fondamentale. Non è possibile soddisfare solo i bisogni estetici, rispettando le leggi della forma e dello spazio, ma alla base deve necessariamente esserci una strategia di comunicazione, un obiettivo da raggiungere.

Invia un commento